Strozzapreti di carote viola viola con spada, zucchine e ricotta

Strozzapreti di carote viola viola con spada, zucchine e ricotta
di Sergio Maria Teutonico

Strozzapreti sì, ma originalissimi!
Prepareremo la pasta fatta in casa dandogli quel tocco in più grazie alla carota viola.

Ingredienti
Per la pasta:
500 g farina 00
150 g albume
100 g carote viola lesse
sale
pepe

Per il condimento:
300 g pesce spada e 300 g zucchine
50 g ricotta freschissima
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
prezzemolo tritato
sale
pepe
olio extravergine di oliva

strozzapreti

Frullare le carote viola con gli albumi d'uovo e il sale e versare il composto su un piano di lavoro con la farina a fontana.

Impastare con energia fino ad ottenere un impasto liscio e plastico.

Lasciarlo riposare una mezz’ora, coperto.

Successivamente ricavare dall’impasto una sfoglia spessa un millimetro.

Da essa ricavare delle “fettucce” larghe circa due centimetri.

Agire ora su una fettuccia alla volta: prendere tra le mani un'estremità della pasta arrotolandola su se stessa nel senso della lunghezza.

Servità a formare la classica forma dello strozzaprete.

Spezzare la pasta via via che si arrotola in parti di circa 7 centimetri.
Tenerli da parte coperti con un telo pulito.

Nel frattempo tritare la cipolla e anche il prezzemolo.

Tagliare le zucchine e lo spada in cubetti di mezzo centimetro di lato.

In una casseruola capiente imbiondire la cipolla con un filo di olio extravergine di oliva.

Aggiungere quindi le zucchine, alzare la fiamma e cuocere per alcuni minuti regolando di sale e di pepe.

Aggiungere quindi il pesce spada e farlo scottare velocemente a fuoco vivo.

Condire con una presa di prezzemolo tritato.

Lessare gli strozzapreti in abbondante acqua salata quindi scolarli tenendo l’acqua di cottura.

Saltare velocemente la pasta con la salsa.

Adesso impiattare in questo modo: diluire la ricotta in poca acqua della pasta e disporla sul fondo del piatto.

Su di essa mettere la pasta, un filo d'olio et voilà!

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI CUCINA

 

Lascia un commento