Sarde in saor

Sarde in saor
di Sergio Maria Teutonico

Questo tipico piatto veneto, sarde in saor,  pare sia nato dall'esigenza dei pescatori di conservare il cibo a bordo sulle navi per lunghi periodi.
Si prepara con le sarde (ovviamente) condite con cipolle in agrodolce, è uno squisito antipasto che servito in abbondanza accompagnato da un buon pane fatto in casa diventa il protagonista assoluto della vostra cena!

Ingredienti:
sarde freschissime
cipolle bianche
uvetta
pinoli
prezzemolo
aceto di vino bianco
miele
farina 00
olio di oliva extravergine
sale
pepe

Con un coltello o una mandolina affettare sottilmente le cipolle precedentemente sbucciate.

In una casseruola capiente soffriggere in olio le cipolle.

Quando le cipolle saranno morbide, aggiungere pinoli e uvetta.

Lasciare insaporire per alcuni minuti quindi aggiungere una spruzzata di aceto bianco.

Aggiustare di sale, aggiungere poco pepe e una presa di prezzemolo tritato.

Spegnere il fuoco e aggiungere un cucchiaino di miele lasciando che si sciolga nel "saor" appena preparato.

Pulire le sarde con cura.

Se non si ha voglia o non si è capaci, questo procedimento può essere chiesto direttamente al vostro pescivendolo di fiducia.

Una volta pulite, passarle in farina 00 scuotendole con cura eliminando quindi la farina in più.

Friggere le sarde in abbondante olio extravergine.

Scolarle e asciugarle su carta da cucina.

Disporre dunque le sarde in una pirofila capiente, condendo con il saor ancora tiepido.

Lasciare raffreddare prima di servire.

ISCRIVITI AI CORSI NELLA MIA SCUOLA DI CUCINA

 

Lascia un commento