Carciofi alla romana

Carciofi alla romana
di Sergio Maria Teutonico

Uno dei più famosi piatti a base di carciofi della cucina romana, seguito subito dopo dai carciofi alla giudia. Tipico primaverile, il carciofo alla romana fa parte du quelle ricette che non ha dosi precise per ogni ingrediente.
Va a gusto, a occhio, a piacere, a sentimento! Mi raccomando, i carciofi vanno battuti con cura, non dovete romperli ma aprilrli il giusto per contenere il condimento.

Ingredienti:
8 Carciofi teneri e possibilmente cimaroli
Prezzemolo Fresco
Mentuccia
2 Spicchi Aglio
pane grattugiato
Olio extravergine di oliva
200 g vino bianco
1 limone
Sale
Pepe

romana

Mondate i carciofi privandoli delle foglie esterne fino ad arrivare alle foglie più chiare e tagliate le punte dure.

Tagliate i gambi, lasciandone un pezzetto attaccato al carciofo di almeno 5 cm.

Posate i carciofi in una terrina con acqua fredda e succo di limone spremuto, affinché non diventino scuri.

Tritate adesso il prezzemolo, la menta e l'aglio ed uniteli al sale, al pepe e a mezzo bicchiere di olio e a una presa di pane grattugiato.

Aprite quindi i carciofi, batteteli su un piano e riempiteli con un po' del composto aromatico, salateli appena.

Sistemate i carciofi capovolti e molto stretti tra loro in un tegame a bordi alti, in modo da farli cuocere con il gambo rivolto in su.

Versatevi olio e vino fino a coprire metà del carciofo e tanta acqua da ricoprirli fino al gambo.

Lasciate cuocere a fuoco lento, fino alla completa evaporazione dell'acqua.

Servite caldi!

ISCRIVITI AI MIEI CORSI DI CUCINA

 

Lascia un commento